Da Pro-Ject gli accessori che si prendono cura del vinile e migliorano il suono

L’azienda austriaca offre una vasta gamma di “necessori” facili da utilizzare e utili per la manutenzione dei giradischi. La qualità del suono è preservata e gli audiofili ringraziano.

A volte il mondo sembra girare al contrario. E può succedere che nell’epoca della connettività in fibra ultra-veloce e della musica in streaming torni di moda il vinile, sintesi assoluta dell’analogico a tutto tondo, fatto di tattilità e gesti, di sguardi, di suntuose copertine cartonate e di tanta manutenzione. Un aspetto affascinante del magico mondo del disco nero è che bisogna averne cura non solo del disco in sé, ma anche del giradischi e della puntina che lo legge. All’interno del catalogo Pro-Ject, il più importante produttore a livello mondiale di giradischi, esistono molti accessori, per ogni esigenza e per qualsiasi tasca. Alcuni estremamente utili e semplici da utilizzare, altri ad appannaggio solo di appassionati esperti.

Tra quelli “per tutti”, il più importante è la bilancina, Measure it, nella versione E o S2 con una precisione rispettivamente di 0,002g e 0,001g. E’ un ausilio indispensabile per fare in modo che il peso di lettura della testina sia esattamente corrispondente con quello consigliato dalla fabbrica. Un controllo periodico è consigliato, visto che il contrappeso del braccio può muoversi accidentalmente, e nel caso di cambio testina la misura ci permetterà una taratura estremamente più accurata di quanto non faccia il sistema in dotazione al braccio.

Altro accessorio assolutamente indispensabile è Level it, la livella con corpo in legno dotata di una grande scala di lettura e che permette di controllare il piano di appoggio del giradischi, dandoci la possibilità di metterlo perfettamente in bolla. Questo aspetto, a volte trascurato, è invece di primaria importanza, essendo il giradischi un complesso sistema meccanico che basa il suo corretto funzionamento sulla perfetta planarità della lettura.

Per ovviare poi alle ondulazioni di alcuni vinili, comuni soprattutto con i dischi d’epoca, ci vengono in aiuto due prodotti, Clamp it e Record Puck. Il primo, più leggero, e il secondo con un peso di addirittura 800 grammi, sono costruiti rispettivamente in alluminio tornito dal pieno e in acciaio.

Ultimo ma non ultimo, un geniale prodotto di Pro-Ject, il Q UP, in grado di sollevare in modo sicuro il braccio alla fine del disco. Può essere installato in pochi minuti, senza attrezzi, ed è progettato per adattarsi alla maggior parte dei giradischi manuali, essendo possibile configurarlo per una stragrande varietà di altezze, spessori e forme del braccio. Il Q UP interagisce solo con il braccio alla fine del disco e non influenza negativamente la qualità del sistema in alcun modo. Renderà qualsiasi giradischi, dagli entry-level fino ai più costosi oggetti Hi-End, “semiautomatico”, così da preservare l’usura della testina.

Disponibilità e prezzi

I prodotti di Pro-Ject sono distribuiti in Italia da Audiogamma Spa. Prezzi al pubblico:

Level it: 25 euro

Measure it E: 39 euro

Measure it S2: 105 euro

Q UP: 59 euro

Record Puck: 75 euro

Clamp it: 105 euro

 

POTREBBERO INTERESSARTI

I giradischi Pro-ject sono tra i migliori del 2021

Pro-ject Signature è la gamma di giradischi per audiofili esigenti

Giradischi Pro-Ject, un modo vintage di esprimere il proprio amore

Pro-Ject Signature, nuovi giradischi di fascia alta