Videocamera cinematografica

DJI presenta Ronin 4, la nuova videocamera cinematografica all-in-one

Il dispositivo è dotato di un avanzato sistema di stabilizzazione a 4 assi, messa a fuoco LiDAR e trasmissione e controllo wireless, per riprese di livello cinematografico.

Nital S.p.A. è lieta di presentare oggi DJI Ronin 4D, soluzione cinematografica completa e innovativa che racchiude tutte le tecnologie più avanzate del colosso cinese e perfettamente in linea con lo slogan del 2006 “the future is possibile” con cui l’azienda ha iniziato a proporsi al mercato, con l’intento di realizzare prodotti capaci di sfidare gli standard attuali.

È proprio questo che la nuova, potentissima videocamera cinematografica di ultima generazione DJI Ronin 4D, vuole fare, offrendo una flessibilità rivoluzionaria e illimitate possibilità di ripresa coordinata: siamo di fronte al futuro del videomaking!

Design integrato: il futuro è All in One

DJI Ronin 4D vanta un design completamente unico, realizzato in fibra di carbonio e lega di alluminio; il suo solido telaio integra i sistemi di imaging, stabilizzazione e messa a fuoco, nonché di trasmissione e controllo wireless. Ciò permette di evitare configurazioni che richiedono troppo tempo e consente riprese più rapide. Gli utenti possono ora godere di compattezza pratica combinata ad ampie possibilità di utilizzo degli accessori modulari.

Sistema di imaging cinematografico: progettato per i professionisti

Il nuovo DJI Ronin 4D è equipaggiato con Zenmuse X9, la fotocamera full-frame di DJI, ed include anche l’ultimissimo sistema di elaborazione DJI, CineCore 3.0 che, utilizzando il chip DJI per fornire un’architettura avanzata del processore, offre una potenza di calcolo estremamente elevata e consente a Ronin 4D di supportare la registrazione interna di video in Apple ProRes RAW, ProRes 422 HQ e H.264.

DJI Ronin 4D supporta anche la registrazione video fino a 8K/75fps e 4K/120fps, offrendo molteplici opzioni di creazione di livello professionale.

Risoluzione, ISO e gamma dinamica

Il video DCI 8K (8192×4320)/60 fps conserva ogni minimo dettaglio, dal fogliame agli elementi di architettura, dalla struttura della pelle alle ciocche di capelli, il tutto con una qualità impeccabile. Per coloro che hanno bisogno di produrre in 4K, la registrazione in 8K offre opzioni creative senza precedenti e con maggiore flessibilità per il ritaglio, la ricomposizione e la stabilizzazione dei video. Grandi opportunità anche dal punto di vista degli ISO: Zenmuse X9, infatti, supporta il doppio ISO nativo (X9-8K: 800/4000; X9-6K: 800/5000), ed è capace di registrare immagini con dettagli squisiti e rumore minimo, anche quando si riprende uno scenario urbano serale o una spiaggia, così come una scena illuminata dalla fioca luce di una candela.

Con una gamma dinamica davvero estesa, poi, Zenmuse X9 offre transizioni naturali di luci e ombre in condizioni di illuminazione complesse, come scene in controluce e alla luce solare diretta. Queste scene tradizionalmente difficili possono ora essere acquisite più facilmente e con maggiore sicurezza.

Scienza del colore

Con il Sistema di colori DJI Cinema Color (DCCS) e la solida potenza di calcolo fornita da CineCore 3.0, Zenmuse X9 è in grado di conferire alle immagini un aspetto cinematografico conservando colori autentici e accurati. Supporta anche il flusso di lavoro ACES, standard del settore, per una compatibilità pratica anche con le tonalità di colore di altre telecamere cinematografiche.

Filtri ND a 9 stop integrati

Zenmuse X9 dispone di filtri ND di alta qualità a 9 stop integrati (da ND 2 a ND 512 o da ND 0,3 a ND 2,7) che possono essere intercambiati rapidamente e facilmente grazie a un sistema motorizzato interno. Questi filtri sono stati progettati anche per abbinare e completare la scienza del colore di Ronin 4D.

Obiettivi DL

L’innesto DL Mount standard di Zenmuse X9 supporta tre obiettivi a focale fissa full frame compatti. Gli alloggiamenti sono realizzati in fibra di carbonio monoscocca leggera, con ogni obiettivo che pesa solamente 180 g. Altri obiettivi DJI saranno disponibili in futuro.

Zenmuse X9 supporta anche sostegni per obiettivi intercambiabili, incluso il DL Mount di DJI e supporti di terze parti come Leica M. Obiettivi ultra-grandangolari, f/0.95 ad ampia apertura, zoom elettronico, macro e anamorfici compatibili con le fotocamere cinematografiche tradizionali funzionano anche su X9, fornendo una gamma di opzioni davvero incredibile!

Controllo wireless

Sia che si stia utilizzando obiettivi manuali o con messa a fuoco automatica, i moduli dedicati innestati su X9 possono acquisire il controllo wireless dell’obiettivo e persino la messa a fuoco automatica.

Sistema di stabilizzazione a 4 assi

DJI Ronin 4D aggiunge un asse Z al tradizionale stabilizzatore a 3 assi, che elimina efficacemente le vibrazioni verticali della fotocamera e offre prestazioni di stabilizzazione alla pari di quelle di una piattaforma apposita. I 4 assi lavorano insieme a un sensore ToF inferiore, sensori a doppia visuale anteriore e verso il basso, un IMU e un barometro integrati e un nuovo algoritmo avanzato per portare la stabilizzazione generale a un livello completamente nuovo.

Quando questo corpo compatto si combina con le sue potenti capacità di stabilizzazione, i movimenti complessi della fotocamera prima molto complicati da realizzare sono ora facilmente realizzabili.

Fotocamera stabilizzata integrata

DJI Ronin 4D integra i sistemi di imaging e stabilizzazione mantenendo solo il sensore e i componenti ottici necessari nella fotocamera stabilizzata. L’asse di inclinazione dello stabilizzatore utilizza due motori simmetrici, mentre sia l’asse di rotazione orizzontale che l’asse di rollio sono progettati con un ammortizzatore di rigidità aggiuntivo.

Il sistema di stabilizzazione compatto e portatile consente di avviare le riprese senza la necessità di un noioso bilanciamento manuale e ciò offre riprese stabili costanti, anche con obiettivi che hanno un baricentro spostato durante l’utilizzo.

DJI Ronin 4D offre le migliori prestazioni di stabilizzazione e tracciamento dell’intera serie Ronin e, inoltre, può passare alla modalità Sport con la semplice pressione di un pulsante, consentendo allo stabilizzatore di reagire più rapidamente ai movimenti del cinematografo. Supporta anche il controllo wireless dello stabilizzatore e configurazioni di montaggio versatili per vari scenari di ripresa.

ActiveTrack Pro

La computer vision di DJI, la tecnologia di apprendimento e la solida potenza di calcolo di CineCore 3.0 si combinano in ActiveTrack Pro, che consente riprese di tracciamento cinematografiche standard, anche in una singola ripresa. Questa tecnologia consente inoltre di tracciare i soggetti da distanze maggiori e dispone della regolazione della composizione con messa a fuoco automatica continua, per mantenere i soggetti sempre a fuoco durante le riprese di tracciamento.

Sistema di messa a fuoco LiDAR

DJI Ronin 4D rende la messa a fuoco manuale più semplice che mai. La tecnologia di assistenza alla messa a fuoco visualizzata mostra i punti di distanza sui monitor principale e remoto in una visualizzazione semplificata dall’alto verso il basso. Ciò fornisce una Waveform LiDAR innovativa e intuitiva per individuare rapidamente i punti di messa a fuoco e consentirne le regolazioni con estrema precisione. Anche gli operatori con poca o nessuna esperienza potranno diventare dei maghi con la messa a fuoco manuale! Il Rilevatore di distanza LiDAR può comprimere fino a 43.200 punti di distanza entro un raggio di rilevamento di 10 metri. Rispetto all’autofocus a rilevamento di fase (PDAF), il sistema di messa a fuoco LiDAR di Ronin 4D può mettere a fuoco più velocemente, senza compromettere la qualità dell’immagine. Ciò è particolarmente utile in ambienti con scarsa illuminazione e si traduce in capacità di messa a fuoco eccezionali rispetto ad altre telecamere cinematografiche. Con il nuovo sistema di messa a fuoco LiDAR, Ronin 4D è in grado di mantenere la messa a fuoco anche in caso di forte sfocatura da movimento causata dai soggetti che si muovono rapidamente. Con il motore di messa a fuoco installato, l’autofocus è disponibile anche sugli obiettivi manuali. La messa a fuoco automatica continua sui soggetti può essere abilitata insieme ad ActiveTrack Pro, rendendola particolarmente conveniente per gli operatori solitari.

La modalità di messa a fuoco manuale automatizzata (AMF) combina la precisione e la flessibilità della messa a fuoco manuale con la comodità dell’autofocus. La rotella di messa a fuoco ruoterà in sincronia con il cambiamento del punto di messa a fuoco, ma i videomaker possono assumere il controllo manuale in qualsiasi momento. La rotella di messa a fuoco sull’impugnatura destra presenta anche un ammortizzatore dinamico con tecnologia elettromagnetica. Ciò offre agli operatori una sensazione fisica del cambiamento della messa a fuoco, fornendo un’esperienza più intuitiva e moderna, che non ha rivali oggi nel settore.

Performance di trasmissione video

Ronin 4D utilizza la nuovissima tecnologia di trasmissione video DJI O3 Pro, che offre una distanza di trasmissione di 6 km (20.000 piedi), inimmaginabile con le soluzioni tradizionali. Oltre a 2.4 GHz e 5.8 GHz, supporta la banda di frequenza DFS (requisito di legge previsto per tutti i dispositivi WiFi che condividono la banda a 5 GHz tramite radar) e un algoritmo di crittografia AES a 256 bit (uno dei più sicuri disponibili), in grado di inviare un feed Full HD a 1080p/60 fps a più monitor remoti contemporaneamente con sicurezza, stabilità e capacità anti-interferenza notevolmente migliorate.

Il chip di DJI alimenta il sistema di imaging, il trasmettitore video, il ricevitore video e il monitor remoto di Ronin 4D.

Insieme, questi componenti formano un sistema di trasmissione wireless ottimizzato, con ogni collegamento ottimizzato per fornire una latenza di estremamente bassa.

Design integrato

Il trasmettitore video 4D può essere montato direttamente su Ronin 4D e alimentato dalla batteria del corpo principale. Con un ricevitore video wireless integrato, il monitor remoto ad alta luminosità ha un display touchscreen da 7 pollici, 1.500 nit ad alta luminosità e un’ampia gamma di colori che può emettere segnali HDMI e SDI attraverso il modulo di espansione. Il suo corpo compatto e leggero offre una portabilità ottimale e un sistema di configurazione efficiente, che permette agli utenti di iniziare a riprendere all’istante.

Riprese coordinate

Il monitor remoto ad alta luminosità supporta un trasmettitore con più ricevitori per feed video e audio. Sono disponibili due modalità di trasmissione: Broadcast mode, che non pone limiti al numero di ricevitori ed è adatta al monitoraggio con troupe numerose, e Control mode, che supporta il funzionamento coordinato di due ricevitori.

Il Monitor remoto ad alta luminosità può connettersi alle impugnature di Ronin 4D, DJI Master Wheels, DJI Force Pro o il nuovo DJI Follow Focus a 3 canali. Ciò consente il controllo remoto della messa a fuoco e dei movimenti dello stabilizzatore con elevata precisione, l’avvio e l’arresto della registrazione e le regolazioni delle impostazioni della fotocamera per soddisfare i più elevati standard di ripresa coordinata sui set. Inoltre, il sensore giroscopico integrato trasforma il monitor in un motion controller remoto per lo stabilizzatore di Ronin 4D.

Modalità Mirror Control

La modalità Mirror Control (controllo speculare) offre al Monitor remoto ad alta luminosità un’interfaccia di controllo identica a quella del monitor principale, incluse tutte le funzionalità avanzate come la riproduzione del materiale sorgente, le specifiche video e le impostazioni dello stabilizzatore, che ora possono essere regolate in remoto anche quando Ronin 4D è montato su piattaforme di espansione come un jib, una cable cam o un supporto per veicoli.

Registrazione indipendente e Playback

Il Monitor remoto ad alta luminosità dispone di uno slot per schede microSD integrato che supporta la registrazione indipendente di video fino a 1080p/60fps. Quando più monitor remoti vengono utilizzati insieme, ciascun monitor può riprodurre il materiale separatamente senza interferire con altri monitor.

Monitor principale ad alta luminosità

Lo schermo regolabile da 5,5 pollici a 1000 nit può essere montato in vari punti del corpo principale e, inoltre, la registrazione video, il monitor principale, il corpo principale HDMI e i feed del monitor remoto possono caricare LUT indipendenti.

Memoria

DJI Ronin 4D ha uno slot CFexpress Type-B integrato insieme a una porta di espansione USB 3.1 Tipo-C per la registrazione diretta su un disco multimediale esterno. Offre anche la registrazione interna dei video con le specifiche più elevate con DJI PROSSD 1TB, che può essere collegato direttamente a un computer tramite cavo USB-C per accedere ai media senza bisogno di un lettore SSD tradizionale. Queste scelte di archiviazione forniscono soluzioni per un’elevata convenienza e per coloro che desiderano una combinazione di prestazioni e stabilità senza rivali.

Registrazione audio

Ronin 4D è dotata di microfoni integrati che supportano la registrazione audio a 24 bit a doppio canale. Fornisce inoltre jack da 3,5 mm e porte per microfono XLR per ulteriori soluzioni di ingresso audio.

Durata della batteria

Proprio come Ronin 2 e Inspire 2, DJI Ronin 4D utilizza batterie intelligenti TB50, che offrono fino a 2,5 ore di ripresa e possono essere caricate completamente in appena 1 ora e mezza. È inoltre supportato il riscaldamento automatico per consentire una funzionalità affidabile in condizioni di freddo intenso.

DJI Ronin 4D sarà disponibile sul mercato italiano ad inizio dicembre ai seguenti prezzi:

versione con sensore 6K/60fps: 7.059,00 €

versione con sensore 8K/75fps: 11.099,00 €

 

SPECIFICHE TECNICHE:

Porte del corpo principale

Porte del monitor principale: Collegarsi al monitor principale tramite un cavo designato.

Jack stereo da 3,5 mm: Monitora l’audio in tempo reale.

Jack per microfono: Per microfono da 3,5 mm o ingresso di linea.

Porta di uscita HDMI di tipo A: Supporta l’uscita di 1080p/60fps.

Porta di ingresso alimentazione: Supporta input di alimentazione da 12 V a 30 V.

Porta timecode: Per l’input e l’output del timecode.

Porta SDI: Supporta l’uscita del segnale 3G-SDI.

Porta XLR: Per microfono e ingresso di linea, supporta l’alimentazione phantom a 48 V.

 

Porte per monitor remoto

Jack stereo da 3,5 mm: Monitora l’audio in tempo reale.

Vano per scheda microSD: Per la registrazione interna di feed video.

Porta di ingresso HDMI di tipo A: Supporta input di 1080p/60fps.

Porta di tipo C: Per lo streaming live UVC e gli aggiornamenti del firmware.

Porta di ingresso alimentazione: Ingresso alimentazione da 6,8 V a 17,6 V (inclusi ingresso e uscita CAN e connessione con DJI Master Wheels e DJI Force Pro).

Porta di uscita HDMI di tipo A: Supporta l’uscita di 1080p/60fps.

Porta SDI: Uscita segnale 3G-SDI.

 

Corpo principale

Fotocamera stabilizzata Zenmuse X9-8K

Obiettivo DL 35mm F2.8

Maniglia superiore

Monitor principale ad alta luminosità

Impugnature

Piastra di espansione 4D (SDI/XLR/TC)

Trasmettitore video 4D

Vano batteria TB50

Batteria intelligente TB50

Rilevatore di distanza LiDAR

Motore di messa a fuoco per X9

Sensore Full-Frame

X9-8K X9-6K
Massime specifiche di registrazione 8K/75fps 6K/60fps

4K/120fps

Gamma dinamica 14+ Stop 14+ Stop
ISO Nativo 800/4000 800/5000

 

POTREBBERO INTERESSARTI

Perché Dji Osmo Mobile 5 è il compagno ideale per i video social

DJI Mavic 3 arriva in Italia. E’ dotato di doppia fotocamera Hasselblad

DJI Mavic 3

DJI Mavic 3 è il drone consumer con fotocamera Hasselblad per immagini straordinarie

DJI Action 2 è una action cam magnetica, modulare e registra video 4K